· 

LA MAGNA CHARTA LIBERTATUM IN MOSTRA A VERCELLI

Fino al 9 giugno 2019 il Polo espositivo Arca di Vercelli ospita una strepitosa mostra che ha come protagonista, per la prima volta in Italia, l’originale Magna Charta Libertatum della Cattedrale di Hereford, rilasciata nel 1217 dal giovane sovrano inglese Enrico III. La preziosa pergamena, insieme ad altri splendidi manufatti del XIII secolo presenti in mostra, è strettamente legata alla figura del cardinale vercellese Guala Bicchieri, il quale, inviato in Inghilterra da papa Innocenzo III, gestisce con successo la delicatissima situazione politica di quegli anni. Il suo ruolo diplomatico in Inghilterra si conclude infatti nel 1217 proprio con la riforma della Magna Charta del 1215, a cui il cardinale apporta decisive novità sotto l’aspetto dei rapporti tra il sovrano, la nobiltà, le istituzioni religiose ed i sudditi. La Magna Charta di Hereford risulta essere la pergamena meglio conservata tra le quattro redazioni finali oggi conosciute.

La città di Vercelli gode oggi del lascito del Cardinale Guala Bicchieri che, con le rendite dell’abbazia di Sant’Andrea di Chesterton offertegli in perpetuo da Enrico III in segno di riconoscenza per i servigi resi alla corona inglese, decide di avviare i lavori per la costruzione di un’omonima abbazia a Vercelli.

Nell’ambizioso cantiere del Sant’Andrea di Vercelli furono coinvolte, a partire dal 1219, maestranze di varia provenienza, francesi, lombarde e infine emiliane, queste ultime formatesi alla scuola di Benedetto Antelami.

I lavori furono conclusi dopo la morte del cardinale, intorno al 1235.
Il complesso religioso è considerato il primo compiuto esempio di architettura gotica in Italia.



 

Vanessa Mineo

guida turistica e accompagnatore turistico

visite guidate per singoli e gruppi

info@guidaturisticanovara.it

tel.: 338 4824750

P.Iva 02599540032